Skip links

Chi sono

Vi racconto la mia storia e come nasce il progetto Unico1

Numero 1 nella vita

 


Mi chiamo Diego

Qualche tempo fa un medico mi disse che non sarei arrivato a Natale. Invece sono ancora qui. E, se Dio mi aiuterà, anche domani festeggerò un altro splendido giorno dell’anno assieme ai miei genitori e a tutte le persone che mi stanno aiutando nella mia lotta quotidiana per riappropriarmi del mio futuro. Sì, perché, come canta Gianni Morandi, “uno su mille ce la fa, ma quanto è dura la salita!”.

La passione per lo sport

Già in età giovanile ho manifestato interesse in particolare per il calcio, che mi ha portato a ricoprire il ruolo di portiere della Primavera del Venezia quando la squadra militava in serie B. Ad un certo punto, inesorabile, la malattia di cui soffro ormai da tre anni, ha spezzato i miei sogni.
Ma quest’ultima fase della mia vita non è stata gravida solo di aspetti negativi. Anzi, mi ha consentito di intraprendere un cammino di riscoperta della fede, i cui momenti salienti sono stati i pellegrinaggi a Lourdes e a San Giovanni Rotondo, e l’onore grazie al Nunzio Apostolico Ucraino per il mio aiutare i bambini bisognosi in Ucraina, di aver potuto partecipare all’udienza con il Santo Padre, vivendo cosi un’emozione meravigliosa densa di gioia e di lacrime. Non mi è nemmeno mancata la solidarietà umana di molte persone amiche, prime fra tutte, per citare quelle più famose, Francesco Toldo, Kristian Ghedina e Silvio Fauner.

L'inizio della Onlus

Non sapevo dove sbattere la testa. La mia famiglia continuava a sbriciolare i risparmi ed io non avevo nemmeno le lacrime e le forze per ringraziarli. Era dura ma lentamente ho maturato la decisione di cercare un modo diverso di sostenere economicamente tutte le spese mediche, cercando la forza per sopravvivere sognando semplicemente di sentirmi ancora vivo. Dopo aver condiviso le mie riflessioni con alcuni amici dell’ambiente del calcio e non solo, l’idea è stata di realizzare una società Onlus dove far convogliare i fondi ottenuti mediante la vendita di una nuova linea di abbigliamento e gadgets il cui nome è “UNICO1“.

Le promozioni

Le mie energie sono tutte indirizzate verso la promozione, la divulgazione, e la propaganda di questa iniziativa attraverso i media, la stampa e le manifestazioni pubbliche. Attivato il sito web www.unico1.it, è stato visualizzato da circa 100.000 visitatori da quando è nata la Onlus; recentemente ho avuto l’opportunità di partecipare ad alcune trasmissioni televisive ed alcune squadre di serie A B e C hanno aderito al progetto UNICO 1 per organizzare eventi benefici e raccogliere fondi.

Grazie al prezioso aiuto, morale ed economico, di questi molti Cuori Vicini, ho la concreta possibilità di guarire dalla mia malattia, ma soprattutto di vincere quella mia partita che è la vita.

Parlano del progetto


Scrivo/Scrivono di me


La Nuova Sfida

Tutto Bici